Aggiornamento ANPI Ancona Sabato 29 !!

 

ANCONA:
SABATO 29 GENNAIO dalle
ore 15 alle ore 18
presso SALA ANPI - Via
Palestro, 6
 
INCONTRO PUBBLICO  IN PREPARAZIONE ALLA MANIFESTAZIONE
CONTRO I VITALIZI DEI CONSIGLIERI REGIONALI

La crisi economica e la scure della manovra finanziaria stanno costringendo le amministrazioni pubbliche a rivedere i propri bilanci e i cittadini a fare continui sacrifici. Anche la regione Marche ha cominciato ad indicare i propri tagli, fatica però ad estenderli ai propri consiglieri che già godono di una più che ottima retribuzione. Fino ad oggi si sono sentiti tant...i buoni propositi ma non si è visto nulla di fatto. Noi chiediamo l’abolizione del vitalizio. Portare la pensione dei consiglieri regionali, passati e futuri, all’equivalente di quanto gli spetta per quello che hanno effettivamente versato.
Il vitalizio costa ai cittadini marchigiani almeno 4 milioni di euro l'anno
=====  AL TERMINE SI PRESENTERA' ALLA CITTADINANZA LA VERTENZA SULLE POLVERI SOTTILI PM10 ======

La vertenza PM10, promossa da ACU Marche e da Marche per Rifiuti Zero, si propone di raccogliere 500 adesioni, entro la fine di marzo 2011, per avviare una vertenza civile ed erariale contro i danni che sarebbero stati procurati dal Governo Regionale e dai Sindaci, sull'inquinamento da PM 10, polveri sottili. Come i più ricorderanno, la Regione Marche, messa in stato di mora e sanzionata dalla Unione Europea per lo sforamento, rispetto alle normative vigenti delle PM 10, ha reagito promuovendo il blocco del traffico dei veicoli euro 0-1-2. Tutto ciò non solo è punitivo nei confronti dei più poveri (pensionati, lavoratori e migranti) ma non sortirà effetti di rilievo per il contenimento dell'inquinamento atmosferico. Ricordiamo che le PM10, ed ancora di più le nanoparticelle peraltro non rilevate, producono danni vistosi e permanenti alla salute degli esseri viventi colpendo soprattutto le vie respiratorie ed incidendo, nel periodo medio lungo, in maniera molto piu' grave con l'aumento vistoso delle patologie neo-plastiche. Tutto ciò mentre la Regione Marche si guarda bene dal proclamare la moratoria per gli impianti inquinanti e nocivi. Siamo pronti a ricorrere alla Corte Europea che ha già condannato amministratori pubblici di altri Paesi europei per avere disatteso le normative sulla tutela della salute dei cittadini ed, in particolare, sulle polveri sottili.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:
ITALO: 3393935535 - ADRIANO: 3397148215 - CARLO: 3939826439
 
LINK (vedi il volantino):
 

Aggiornamento 18 Gennaio :

Vertenza 18 GENNAIO 2011 !!.pdf
Documento Adobe Acrobat 95.5 KB

Resoconto : "ASSEMBLEA PUBBLICA DEL 12 GENNAIO 2011"

Dalll'iniziativa tutti giornalisti del Symposium 1.1 :

 

PM10,POLVERI SOTTILI MINACCIANO LA SALUTE

Solo un problema di Jesi?No, malattia di un’intera regione

 

Un cittadino dice : “ Queste sono solo la punta di un ice-berg” ed in effetti tante sono le condizioni nocive alla salute dell’uomo a cui è posto giornalmente, finalmente però c’è chi ha preso coscienza e ha deciso di parlarne

Il 12 Gennaio si è tenuta, a Jesi, una riunione organizzata dal comitato per la tutela della salute e e dell’ambiente della vallesina, per porre alla cittadinanza il problema sulle PM10 a cui la giunta comunale non sembra far caso.

Le PM10 (“particolar matter”) sono polveri sottili, provenienti da sostanze organiche liquide o solide, che rimangono sospese in aria ed entrano nell’organismo umano, danneggiandolo gravemente.

Esse provengo dai fumi da veicoli, riscaldamento, processi industriali, inceneritori e centrali elettriche, lavorazioni agricole.

La legge stabilisce dei parametri riguardo i limiti di queste sostanze in aria.

Dalle ricerche ARPAM, Jesi risulta la quarta per gravità della situazione nella classifica delle Marche, dopo Ancona e Falconara, tanto da incorrere in una sanzione Europea.

Per risolvere la situazione è stato attuato un provvedimento antismog, che prevede il blocco del traffico di autovettura euro 0, 1 e 2. Queste però rappresentano solo l’8% dei mezzi circolanti.

Il problema è stato minimizzato all’asse sud della città, e il monitoraggio non è stato attuato regolarmente tanto che negli anni precedenti Jesi mancava tra i dati ambientali, poi nel 2008 quando se ne sono riusciti ad ottenere alcuni è risultata una correlazione tra 516 morti e le polveri PM 2.5.

Dalle varie ricerche ne è così risultata una situazione estremamente grave, dove anno per anno non si nota alcuna miglioramento ma anzi un peggioramento, con un aumento del limite consentito di 58 volte nel 2008, 60 nel 2009 e 78 nel 2010.

E di nuovo la risposta delle istituzioni di fronte a tutto ciò è stata il silenzio, in quanto i dati a riguardo sono pochi e mai dibattuti.

La reazione del comitato alla tutela dell’ambiente e della salute sarà un atto giuridico nei confronti della giunta comunale, attraverso una vertenza usando cosi la legge, il migliore mezzo che le democrazie danno nelle mani dei cittadini

 

 

 

Monia Luzi

Per ulteriori informazioni riguardo la vicenda visita : http://comitatotutelasalute.info/index.php

Petizione..
Scarica, firma e fai firmare la petizione ai tuoi familiari, amici, colleghi.
La Vallesina ha bisogno di tutti noi !
Petizione.pdf
Documento Adobe Acrobat 50.4 KB

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Carlo Cardarelli (domenica, 23 gennaio 2011 22:59)

    Prossimo appuntamento per la VERTENZA sulle POLVERI SOTTILI sarà ad ANCONA sabato 29 gennaio 2011 alle ore 15.00 presso la SALA ANPI (Associazione Nazionale Particiani Italiani), in VIA PALESTRO, 6 (zona Piazza Roma dietro il Rettorato). L'incontro sarà organizzativo per la MANIFESTAZIONE REGIONALE PER L'ABOLIZIONE DEI VITALIZI DEI CONSIGLIERI REGIONALI, con la collaborazione della Liste Civiche Regionali e Rete Marche per Rifiuti Zero. CI VEDIAMO SABATO!!!

  • #2

    Carmine Iannaccone (venerdì, 28 gennaio 2011 12:41)

    Noi ci saremo !!