Symposium : Ho scelto questo nome con il consenso di alcuni perchè secondo me rappresenta appieno quel che stiamo creando,un simposio,un dialogo tra noi,uno scambio di idee,di

informazioni,per discutere su problemi e argomenti che per molte persone è poco interessante parlare...

gio

10

feb

2011

" Symposium Moving Forward "

_ _ _ _ _ _ _ _ _ 10 Febbraio _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Per maggiori informazioni clicca e scorri in fondo la pagina ;) !http://symposium2010.jimdo.com/eventi-symposium-1-1/

0 Commenti

sab

29

gen

2011

Aggiornamento ANPI Ancona Sabato 29 !!

 

ANCONA:
SABATO 29 GENNAIO dalle
ore 15 alle ore 18
presso SALA ANPI - Via
Palestro, 6
 
INCONTRO PUBBLICO  IN PREPARAZIONE ALLA MANIFESTAZIONE
CONTRO I VITALIZI DEI CONSIGLIERI REGIONALI

La crisi economica e la scure della manovra finanziaria stanno costringendo le amministrazioni pubbliche a rivedere i propri bilanci e i cittadini a fare continui sacrifici. Anche la regione Marche ha cominciato ad indicare i propri tagli, fatica però ad estenderli ai propri consiglieri che già godono di una più che ottima retribuzione. Fino ad oggi si sono sentiti tant...i buoni propositi ma non si è visto nulla di fatto. Noi chiediamo l’abolizione del vitalizio. Portare la pensione dei consiglieri regionali, passati e futuri, all’equivalente di quanto gli spetta per quello che hanno effettivamente versato.
Il vitalizio costa ai cittadini marchigiani almeno 4 milioni di euro l'anno
=====  AL TERMINE SI PRESENTERA' ALLA CITTADINANZA LA VERTENZA SULLE POLVERI SOTTILI PM10 ======

La vertenza PM10, promossa da ACU Marche e da Marche per Rifiuti Zero, si propone di raccogliere 500 adesioni, entro la fine di marzo 2011, per avviare una vertenza civile ed erariale contro i danni che sarebbero stati procurati dal Governo Regionale e dai Sindaci, sull'inquinamento da PM 10, polveri sottili. Come i più ricorderanno, la Regione Marche, messa in stato di mora e sanzionata dalla Unione Europea per lo sforamento, rispetto alle normative vigenti delle PM 10, ha reagito promuovendo il blocco del traffico dei veicoli euro 0-1-2. Tutto ciò non solo è punitivo nei confronti dei più poveri (pensionati, lavoratori e migranti) ma non sortirà effetti di rilievo per il contenimento dell'inquinamento atmosferico. Ricordiamo che le PM10, ed ancora di più le nanoparticelle peraltro non rilevate, producono danni vistosi e permanenti alla salute degli esseri viventi colpendo soprattutto le vie respiratorie ed incidendo, nel periodo medio lungo, in maniera molto piu' grave con l'aumento vistoso delle patologie neo-plastiche. Tutto ciò mentre la Regione Marche si guarda bene dal proclamare la moratoria per gli impianti inquinanti e nocivi. Siamo pronti a ricorrere alla Corte Europea che ha già condannato amministratori pubblici di altri Paesi europei per avere disatteso le normative sulla tutela della salute dei cittadini ed, in particolare, sulle polveri sottili.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:
ITALO: 3393935535 - ADRIANO: 3397148215 - CARLO: 3939826439
 
LINK (vedi il volantino):
 

Aggiornamento 18 Gennaio :

Vertenza 18 GENNAIO 2011 !!.pdf
Documento Adobe Acrobat 95.5 KB

Resoconto : "ASSEMBLEA PUBBLICA DEL 12 GENNAIO 2011"

Dalll'iniziativa tutti giornalisti del Symposium 1.1 :

 

PM10,POLVERI SOTTILI MINACCIANO LA SALUTE

Solo un problema di Jesi?No, malattia di un’intera regione

 

Un cittadino dice : “ Queste sono solo la punta di un ice-berg” ed in effetti tante sono le condizioni nocive alla salute dell’uomo a cui è posto giornalmente, finalmente però c’è chi ha preso coscienza e ha deciso di parlarne

Il 12 Gennaio si è tenuta, a Jesi, una riunione organizzata dal comitato per la tutela della salute e e dell’ambiente della vallesina, per porre alla cittadinanza il problema sulle PM10 a cui la giunta comunale non sembra far caso.

Le PM10 (“particolar matter”) sono polveri sottili, provenienti da sostanze organiche liquide o solide, che rimangono sospese in aria ed entrano nell’organismo umano, danneggiandolo gravemente.

Esse provengo dai fumi da veicoli, riscaldamento, processi industriali, inceneritori e centrali elettriche, lavorazioni agricole.

La legge stabilisce dei parametri riguardo i limiti di queste sostanze in aria.

Dalle ricerche ARPAM, Jesi risulta la quarta per gravità della situazione nella classifica delle Marche, dopo Ancona e Falconara, tanto da incorrere in una sanzione Europea.

Per risolvere la situazione è stato attuato un provvedimento antismog, che prevede il blocco del traffico di autovettura euro 0, 1 e 2. Queste però rappresentano solo l’8% dei mezzi circolanti.

Il problema è stato minimizzato all’asse sud della città, e il monitoraggio non è stato attuato regolarmente tanto che negli anni precedenti Jesi mancava tra i dati ambientali, poi nel 2008 quando se ne sono riusciti ad ottenere alcuni è risultata una correlazione tra 516 morti e le polveri PM 2.5.

Dalle varie ricerche ne è così risultata una situazione estremamente grave, dove anno per anno non si nota alcuna miglioramento ma anzi un peggioramento, con un aumento del limite consentito di 58 volte nel 2008, 60 nel 2009 e 78 nel 2010.

E di nuovo la risposta delle istituzioni di fronte a tutto ciò è stata il silenzio, in quanto i dati a riguardo sono pochi e mai dibattuti.

La reazione del comitato alla tutela dell’ambiente e della salute sarà un atto giuridico nei confronti della giunta comunale, attraverso una vertenza usando cosi la legge, il migliore mezzo che le democrazie danno nelle mani dei cittadini

 

 

 

Monia Luzi

Per ulteriori informazioni riguardo la vicenda visita : http://comitatotutelasalute.info/index.php

Petizione..
Scarica, firma e fai firmare la petizione ai tuoi familiari, amici, colleghi.
La Vallesina ha bisogno di tutti noi !
Petizione.pdf
Documento Adobe Acrobat 50.4 KB
2 Commenti

sab

22

gen

2011

" Spiragli di luce "

Dalll'iniziativa tutti giornalisti del Symposium 1.1 :

 

"Me ne vado, mamma, perdonami, i rimproveri sono inutili, mi sono perduto lungo un cammino che non riesco a controllare, perdonami se ti ho disobbedito, rivolgi i tuoi rimproveri alla nostra epoca, non a me, io me ne vado e la mia partenza è senza ritorno, io non ne posso più di piangere senza lacrime, i rimproveri sono inutili in quest'epoca crudele, su questa terra degli uomini, io sono stanco e non mi ricordo niente del passato, me ne vado chiedendomi se la mia partenza mi aiuterà a dimenticare."

Venerdì 17 dicembre, a Mohammed Bouazizi, 26 anni, venditore ambulante di frutta e legumi, è stata confiscata la merce dalla polizia municipale, perché sprovvisto delle necessarie autorizzazioni. Di fronte all'impossibilità di recuperare i suoi beni ha deciso di immolarsi col fuoco davanti alla Prefettura. Gravemente ferito, è stato ricoverato in un ospedale di Tunisi.

Il 5 gennaio alla sua morte l'intera Tunisia è in rivolta, quattordici morti in 24 ore. Era solo Natale 2010, ricordate? La polizia reprime la protesta: un ragazzo di diciotto anni rimane ucciso da un colpo d‟arma da fuoco esploso dalla polizia durante una manifestazione. 9 gennaio, è sera, e da ore raccolgo in rete notizie, dall'ultimo aggiornamento alle ore 20:44 risulta che “Violenti scontri tra manifestanti e forze dell‟ordine hanno provocato almeno 26 vittime e diversi feriti nel week end in due località della Tunisia: Tala, nella regione centro-occidentale del Paese, e Kasserine, capitale della stessa regione. Quattordici i morti di oggi: quattro a Tala ad opera di colpi di arma da fuoco che hanno ferito anche sei persone, e altre quattro, oltre a diversi feriti, a Kasserine. Il bilancio degli scontri potrebbe appesantirsi. L‟agenzia ufficiale tunisina Tap, citando una fonte ufficiale, ha precisato che altre quattro persone sono rimaste uccise a Rgeb, e due a Kasserine.

Ma chi le ascolta queste voci? Menti folli, disperate come le loro? Si sappia allora che in Tunisia è molto difficile comunicare e non solo per la lingua, ma anche perchè chi lo fa è soggetto a censura continua, si vede disattivata la sua identità in rete, non si può travasare in Youtube, tanto per dirne alcune delle più leggere. Ma c‟è chi apprende con una telefonata o che vede dalla propria finestra cosa accade … ragazzi che cadono sotto il fuoco delle forze dell‟ordine.

Mentre pensavo agli avvenimenti tunisini, alla disperazione che ha portato dei giovani a darsi fuoco, mi sono chiesto: e noi? Cosa saremmo disposti a fare noi per i nostri diritti, per la nostra libertà?

Certo ora confrontare problemi di questa entità con quelli italiani sembra ridicolo, dicevano così anche per la Grecia ... prima della grande rivolta greca!

Penso che non ci sarà nemmeno bisogno di chiederselo, non sarà quest'anno, forse non sarà il prossimo, ma è sem-pre più vicino il momento in cui ognuno, umanamente, risponderà dei suoi diritti. Qualcuno scapperà davanti ai soprusi, qualcuno si unirà ai poteri forti, qualcuno tradirà per paura, qualcuno "avrà una famiglia" e quindi non manterrà la propria parola. Pochi resteranno ad agire secondo quel che declamano già da oggi.

E‟ mai possibile che dobbiamo ascoltare le voci solo se gridano morte? Beh adesso lo sapete “è scattata la disobbedienza civile in tante città della Tunisia…malgrado l‟embargo mediatico e tanta indifferenza”.

 

 

Carmine Iannaccone

E in Italia cosa stiamo facendo per la nostra libertà ? : Resoconto serata TnT Jesi con Landini ..

 

 

In Italia fortunatamente ancora non ci stiamo suicidando immolandoci con il fuoco ma il tempo stringe e si salva il salvabile; la riunione dell'altra sera al TnT di Jesi mi ha fatto molto riflettere sul fatto che a combattere in Italia non siamo in pochi e isolati, che come diceva anche Landini

studenti e metalmeccanici hanno in comune la stessa privazione di quei diritti fondamentali che dovrebbero essere garantiti in uno stato che si autodefinisce libero e democratico .

Ho visto persone impegnate socialmente per organizzare un referendum sull'acqua : http://www.facebook.com/pages/Coordinamento-Marchigiano-Movimenti-per-lAcqua/126873417373912

Ho visto metalmeccanici raccogliere fondi vendendo arancie biologiche:http://www.facebook.com/profile.php?id=100001833152269#!/event.php?eid=193857590631396

Ma sopratutto ho visto UNA NUOVA LINEA DI VALORI da mettere in campo per cambiare un disagio sociale in cui chi combatte per i diritti di tutti non è più visto come il disadattato di turno !

1 Commenti

ven

21

gen

2011

Nucleare - Il problema senza la soluzione

 

Vuoi sapere la verità  sul nucleare?  Ti presentiamo la nostra campagna pubblicitaria per smentire le bugie del Governo, di Enel e del Forum nucleare. Informati e condividi. La tua partecipazione attiva è fondamentale per contrastare il “bombardamento mediatico pro-atomo” finanziato con milioni di euro dall’industria nucleare.

Info aggiuntive : http://www.greenpeace.it/stopnucleare/?utm_source=Email&utm_medium=Email&utm_campaign=Email

decalogo-antinucleare.pdf
Documento Adobe Acrobat 500.0 KB

Aggiornamento del 25 Gennaio 2011 :

0 Commenti

ven

21

gen

2011

" Salviamo l'articolo 11 della Costituzione italiana "

 

 

 

 

 

 











Fai la tessera 2011 di Emergency: contribuirai alle attività dell'associazione e difenderai con noi l'Articolo 11 della Costituzione



La tessera 2011 di Emergencyè dedicata all'Articolo 11 della Costituzione italiana:



"L'Italia ripudia la guerracome strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo."



Oggi questo impegno non è rispettato dal nostro paese: per questo chiediamo il rispetto dell'Articolo 11 della nostra Costituzione, affinché l'Italia ripudi davvero la guerra.

Info aggiuntive :http://www.emergency.it/tessera/index.html



0 Commenti

ven

07

gen

2011

" Anno Zero : LA GRANDE MENZOGNA "

 

Premessa : “ Le 10 vie dell'illuminazione “

 

Bene se stai leggendo questo articolo significa che per te la fede è veramente importante ora prima di leggere la storia del parallelismo raccontata da Zeitgeist e riportata qui sotto in Pdf tra Gesù , Horo , Mitra e molti altri dovrai porti alcune domande ..

1) Senti davvero il bisogno di credere in qualcosa di soprannaturale ? Si dice che ogni uomo in punto di morte si appelli a Dio , io non ho provato ancora questa esperienza ma fino ad ora ho trovato sempre tutto quello che cercavo in altro , Amici, Amore, Natura, Meditazione ecc ..

2) Se il tuo Dio esiste senza prove scientifiche, significa che per lo stesso motivo esistono anche tutti gli altri Dei delle altre religioni ? Perchè il tuo si e gli altri no ? Perchè il tuo è migliore degli altri ?

3) Hai mai pensato che avvolte agisci a fin di bene più per paura di andare all'inferno che per amore vero e per amore vero intendo senza aspettarti nulla in cambio ?

4 Hai mai pensato che in Italia e nel mondo c'è una leggera mercificazione della fede ? Hai mai pensato che il sandalo portachiavi di Padre Pio sia solo un sandalo ? Hai mai pensato che Padre Pio se fosse ancora in vita , potrebbe guardarti un po' sbigottito dalla cosa ?

5) Hai mai pensato non è normale coprire un prete pedofilo solo perchè è un prete ? E hai mai pensato che essere un prete cattolico non è naturale per l'essere umano ? Hai mai pensato che i Media giocano molto su la bontà o sulla malignità dei preti ? Hai mai pensato a giudicare il tuo prete prima come persona capendo che non perchè lo dice la televisione tutti i preti sono dei pedofili o dei pervertiti e viceversa ?

6) Da Repubblica :

Con più prudenza e realismo si può stabilire che la Chiesa cattolica costa in ogni caso ai contribuenti italiani almeno quanto il ceto politico. Oltre quattro miliardi di euro all'anno, tra finanziamenti diretti dello Stato e degli enti locali e mancato gettito fiscale. La prima voce comprende il miliardo di euro dell'otto per mille, i 650 milioni per gli stipendi dei 22 mila insegnanti dell'ora di religione ("Un vecchio relitto concordatario che sarebbe da abolire", nell'opinione dello scrittore cattolico Vittorio Messori), altri 700 milioni versati da Stato ed enti locali per le convenzioni su scuola e sanità. Poi c'è la voce variabile dei finanziamenti ai Grandi Eventi, dal Giubileo (3500 miliardi di lire) all'ultimo raduno di Loreto (2,5 milioni di euro), per una media annua, nell'ultimo decennio, di 250 milioni. A questi due miliardi 600 milioni di contributi diretti alla Chiesa occorre aggiungere il cumulo di vantaggi fiscali concessi al Vaticano, oggi al centro di un'inchiesta dell'Unione Europea per "aiuti di Stato". L'elenco è immenso, nazionale e locale. Sempre con prudenza si può valutare in una forbice fra 400 ai 700 milioni il mancato incasso per l'Ici (stime "non di mercato" dell'associazione dei Comuni), in 500 milioni le esenzioni da Irap, Ires e altre imposte, in altri 600 milioni l'elusione fiscale legalizzata del mondo del turismo cattolico, che gestisce ogni anno da e per l'Italia un flusso di quaranta milioni di visitatori e pellegrini. Il totale supera i quattro miliardi all'anno, dunque una mezza finanziaria, un Ponte sullo Stretto o un Mose all'anno, più qualche decina di milioni.

Ora non credi che questi soggetti con anche la metà di questi soldi se volessero , i problemi del terzo mondo li avrebbero già risolti da tempo ? Non credi che ci sia troppo lusso in quello stato apparte chiamato Vaticano nato dalla parola di un messia Gesù che predicava tutta un'altra storia ?

Hai mai provato a discernere Dio e Cristo da tutto il resto ? Perchè che tu creda o no tutto il resto è finzione ! Tutto il resto è nato e si è sviluppato come insegna la storia per lo sfruttamente e il controllo delle masse ! Io credo che se Dio esiste ed è in cielo , “NON HA MAI SMESSO DI PIANGERE DA 2011 anni ! “

7) Non credi che il sistema di raccomandazioni tra figure ecclesiastiche e lavorative sia sbagliato ?

8) Non credi che in uno stato LAICO ci sia un po' troppa propaganda cattolica ?

9) Ora credi ancora in Dio ? E NELLA CHIESA ?

10) Hai mai pensato che non sia giusto non far analizzare al meglio agli scienziati i pochi ritrovamenti archeologici del passato come il velo della Sacra Sindone?

Non credi che le religioni siano il più grande strumento di potere per scatenare e controllare le guerre ? Non sarebbe un mondo migliore senza ?

CREDI CHE SIA SBAGLIATO PORSI CERTE DOMANDE ANCHE SE CRISTO CI DISSE “LA VERITà CI RENDERà LIBERI “ ?

Scarica gratis ..
Ci sono immaggini un pò piccole , per vederle ingrandite cerca e guarda su you tube le prime 3 / 12 parti del film Zeitgeist !
INCHIESTA Zeitgeist.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.5 MB

 

BENE TI SEI FATTO UNA BELLA SCORPACCIATA DI STORIA , TUTTAVIA PER ESSERE VERA UNA STORIA DEVE ESSERE QUANTO MENO GIUDICATA DAI MIGLIORI RICERCATORI DEL SETTORE DI INDAGINE ; HO MANDATO TANTISSIME EMAIL AI Più FAMOSI RICERCATORI DEL MONDO PURTROPPO NON HO AVUTO RISPOSTE DA LORO , TUTTAVIA QUALCUNO MI HA RIMANDATO INDIETRO L'EMAIL CON DEI FILE IN PDF ( 1 – 2 - 3 ) RIGUARDO DELLE LORO RICERCHE PUBBLICATE CHE ALLEGO E LASCIO A TE GIUDICARE , MI SAREBBE PIACIUTO INSOMMA ANDARE A FONDO DELLA QUESTIONE MA NON POSSO DARE PER CERTI DATI PRESI DA WIKIPEDIA E STORIE NON CONFERMATE DA SERI DATI SCIENTIFICI QUINDI RESTO ANCORA AGNOSTICO SULLA QUESTIONE MA LASCIO APERTO IL CASO SPERANDO CHE UN GIORNO QUALCUNO MI RISPONDA .

1 MM_StudiSuMose.pdf
Documento Adobe Acrobat 521.3 KB
2 Il giovane HORO.pdf
Documento Adobe Acrobat 302.4 KB
3 toponimo-arabo.pdf
Documento Adobe Acrobat 474.2 KB

 

PS : Nel caso la tesi un giorno fosse confermata non lasciare che il tuo mondo crolli come un castello di carte Gesù Cristo resterà sepre per te, come per me e come per tanti altri simbolo di carita, amore, verità e pace, un simbolo che rafforzerai tu ogni giorno con le tue azioni ricordalo ;) !

A e vorrei porti un'ultima domanda credi sia normale leggere nel 2011 ancora certe PUTTANATE ?


http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20100108130150AAnGjQ8

Bah Drogati '-__- ! ..

0 Commenti

mer

05

gen

2011

" Missioni di pace ? "

 

 

 

In Afghanistan siamo in “missione di pace”? Ecco quello che le televisioni non vi dicono…e non vi mostrano

 

Di : Carmine Iannaccone ..

In Afghanistan non siamo in “missione di pace” ma in missione di “Peace Enforcing”, cioè IMPOSIZIONE della pace. Cioè GUERRA. Ma in televisione non ve lo dicono, all’Informazione vera preferiscono la commovente retorica nazional-militarista dell’eroe morto per la patria.

Andrea Nativi(analista militare, direttore della Rivista Italiana Difesa):
“È sempre stata una guerra, basta leggersi il mandato dell’ISAF. Solamente in Italia si continua con questa finzione politicainiziata con i precedenti governi e proseguita con questo, secondo la quale noi siamo a svolgere una missione di pace. Il gen. Bertolini, il nostro numero 1 in Afghanistan ha detto correttamente che si tratta di una missione di “Peace Enforcing” e cioé “imposizione della pace”, che è uno dei modi carini per chiamare la guerra”.
( fonte : http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=70044279212e9c34 )

Generale Arpino: “Siamo in GUERRA. Smettiamola con la retorica”.(fonte : http://www.youtube.com/watch?v=p0CQjqnHQgY )

Gino Strada(Emergency): “In Afghanistan è vera guerra. Dobbiamo ritirarci subito.”(fonte : http://it.peacereporter.net/articolo/20563/Gino+Strada%3A+crimini+di+guerra+in+Afghanistan )

Lucio Caracciolo(esperto di geopolitica, direttore della rivista geopolitica Limes): “Sì, guerra: la parola che i nostri dirigenti politici e militari hanno sempre scansato. Mancando così al dovere di verità che la democrazia pretende da chi ne esercita le magistrature.” ( fonte : http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/esteri/afghanistan-19/strategia-uscita/strategia-uscita.html )

- – - – - – - – -

Attenzione! Qui sotto ci sono foto di bambini afghani. Se ne sconsiglia vivamente la visione a chi crede che in Afghanistan non ci sia la guerra.



 



 

 Le Foto sono di Maso Notarianni, Peacereporter

Rapporto dell’Osservatorio Militare sull’uranio impoverito, la sottoscrizione per i soldati malati e le famiglie delle vittime
Per la serie oltre al danno la beffa ... scarica, leggi e condividi gratis il rapporto ..
I NOSTRI RAGAZZI UCCISI DALL'URANIO !.p
Documento Adobe Acrobat 79.7 KB

... e  a leggere LO STUDIO TRA ESPOSIZIONE A URANIO IMPOVERITO E CANCRO ..

http://microonda.net/angulusridet/scienza/uranio_impoverito/uranio_impoverito.htm

IN FINE NON PER FARNE UNA QUESTIONE POLITICA MA MENTRE IL GOVERNO NIENTE TASSE SOTTO IL TACITO CONSENSO DELL'INENISTENTE OPPOSIZIONE AUMENTA LE TASSE E TAGLIA  GLI STRUMENTI INDIPENDENTI QUALI I CENTRI CULTURALI : UNIVERSITà (ricerca = futuro = zona di libero pensiero! ) , CINEMA e TEATRO (ogni euro speso per finanziarla ne rientrano 3 ma evidentemente i film in grado di smuovere le menti umane rendeva troppo indipendenti, BENI CULTURALI ( turismo = soldi = orgoglio nazionale)

---> tuttavia tra i tagli uno può pensare e vabbè se i soldi non li abbiamo non possiamo mica  crearli dal nulla ?

PECCATO CHE NEL 2010 L'APPARENTE CATATONICO GOVERNO BERLUSCONI ABBIA RADDOPPIATO I FINANZIAMENTI AGLI ARMAMENTI BELLICI E SONO PREVISTI ANCORA PIù FINANZIAMENTI NEL 2011, PERò SIAMO IN MISSIONE DI PACE !

 Leggi l'articolo di Peace Reporter è tutto riportato lì ..

X LA BEFANA LA RUSSA CI HA COMPRATO CON I NOSTRI SOLDI 1 MILIARDO DI EURO DI ARMAMENTI
Leggi...pdf
Documento Adobe Acrobat 95.2 KB

 

P.S.

Con questo articolo non voglio certamente disonorare i poveri militari morti in guerra , marionette di burattinai avidi di potere , ma far semplicemente riflettere le persone mediaticamente ingannate che pensano che un morto di guerra valga più di un morto sul lavoro ecc io trovo tutto ciò assurdo !

In Italia. Lo spettacolo che mi si para davanti agli occhi è davvero deprimente. Le televisioni (che formano le coscienze di decine di milioni di persone) non fanno che imbonire la gente dando grande risalto ai commenti dei poveri familiari delle vittime (ovviamente straziati dal dolore), a preti, vescovi, politici (colpevoli di essere entrati in guerra al fianco dell'America) che maledicono i “subdoli attentatori”; e poi si parla di “eroi”, “martiri”, “grandi italiani”, utilizzando la parola pace invece della parola guerra, ragazzi invece che soldati, terroristi invece che insorgenti e così via. E’ una grande commedia napoletana in cui il popolino non deve capire un cazzo. Deve solo commuoversi, strapparsi le vesti, confortarsi nella religione cattolica e stringersi intorno all’esercito, al governo e al capo carismatico.

Amen.

0 Commenti

sab

11

dic

2010

I Baroni Universitari :

 

Perchè tutta l'università protesta? Perchè la propaganda ripetuta ad ogni
minuto - il ddl è contro i baroni - possono funzionare sui
tele-lobotomizzati o sui ritardati, non agli addetti al settore.

E infatti protestano gli studenti, i ricercatori, i lavoratori precari, i
professori, persino i bidelli, ma non i baroni. Perchè il ddl del governo,
oltre agli scellerati tagli, favorisce proprio quei baroni che la Gelmini, a
parole, dice di voler combattere.

Vediamo come:

La riforma prevede infatti una concentrazione di potero nelle mani del
rettore e di pochi professori ordinari (i baroni) senza tuttavia prevedere
alcuna responsabilità gestionale.

Il richiamo al merito, senza oneri aggiuntivi per la finanza pubblica,
quindi senza incentivi e premi a chi se lo merita, annulla le motivazioni
dei migliori.

L'obbligo di restituzione dei buoni studio, anche per gli studenti che hanno
ottenuto il massimo dei voti, costituisce un'altra picconata al merito e
soprattutto ai giovani studenti più bravi.

La cancellazione nella definizione dei Livelli Essenziali delle Prestazioni
(LEP) per il diritto allo studio dei seguenti obiettivi: borse di studio,
trasporti, assistenza sanitaria, ristorazione,
accesso alla cultura, alloggi; anche questo è un provvedimento preso contro
i baroni, oppure una mannaia sui giovani, sui più meritevoli?

In sostanza, al di là della propaganda e delle balle televisive ripetute, il
ddl Gelmini e il governo stanno uccidendo il diritto allo studio per i
giovani e i più bravi, sacrificandolo al cospetto proprio di quel baronato.

"Lettera aperta dei ricercatori "
Univpm ..
Ricercatori_Ateneo.pdf
Documento Adobe Acrobat 71.5 KB
1 Commenti

mer

08

dic

2010

J. Lennon 30 Anni dalla sua scomparsa :

L'8 dicembre di trent'anni fa il Beatle moriva a New York. A sparagli era stato un suo fan pazzo, Mark Chapman, oggi ancora in cella.di NANDO MURA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Imagine, la canzone che ha cambiato il mondo :

 

Immagina non ci sia il Paradiso, prova, è facile Nessun inferno sotto i piedi ,

Sopra di noi solo il Cielo

Immagina che la gente viva al presente...
Immagina non ci siano paesi
non è difficile
Niente per cui uccidere e morire
e nessuna religione
Immagina che tutti
vivano la loro vita in pace..

Puoi dire che sono un sognatore
ma non sono il solo
Spero che ti unirai anche tu un giorno
e che il mondo diventi uno...

Immagina un mondo senza possessi
mi chiedo se ci riesci
senza necessità di avidità o rabbia
La fratellanza tra gli uomini
Immagina tutta le gente
condivid
ere il mondo intero...
 

0 Commenti

ven

26

nov

2010

Tutti uniti contro il DDL Gelmini !

 

Perchè NO al DDL Gelmini :

 

La riforma aumenta i

poteri dei rettori, restringe gli spazi di democrazia, riduce la

possibilità per gli studenti di intervenire nella trattativa che li vede

protagonisti”. Il rischio è quello di “veder passare sulle nostre teste

ciò che ci riguarda come l’aumento delle tasse”.

In questo paese non si ha la possibilità di costruirsi un futuro”.

 

Oltre a doversi dotare di norme contro il conflitto di interessi e codici etici, gli atenei italiani si troveranno ben presto a fare i conti con accorpamenti di università limitrofe, diminuzione dei corsi di laurea e sostanziali modifiche circa la composizione del Consiglio di amministrazione di ateneo, lo stato giuridico dei docenti e le abilitazioni per l’insegnamento universitario.

Sono questi i temi principali del nuovo DDL sulla governance dell’università che sarà presentato dal Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini al prossimo Consigli dei Ministri, per poi essere discusso in Parlamento.

Il nuovo DDL Gelmini sulla riforma dell’Università:

  • Il Consiglio di amministrazione e le strutture universitarie
    La riforma prevede che i Consigli di amministrazione degli atenei pubblici possano vantare solo una minoranza di membri interni, tra cui figurerà il Rettore; la maggior parte del Consiglio sarà invece composto da membri esterni nominati dal Ministro. Novità in arrivo anche per quel che concerne le strutture universitarie: mentre i Dipartimenti saranno rafforzati, le Facoltà dovranno infatti essere rimpiazzate da “scuole” attivate sul modello statunitense. Oltre alle attività di ricerca, i Dipartimenti dovranno pertanto occuparsi anche della gestione dei corsi di laurea.

  • Lo stato giuridico dei docenti
    La carriera professionale dei docenti universitari seguirà un percorso “unico”, anche se continuerà ad essere divisa nelle tre fasce di Professore ordinario, Professore associato e Ricercatore (o Professore aggregato). Nonostante l’introduzione dell’abilitazione scientifica nazionale, i passaggi per gli avanzamenti di carriera saranno decretati dagli atenei, che elimineranno quasi completamente i concorsi. Sarà inoltre ridotto il numero di conferme necessarie per l’ingresso in ruolo: per esempio, a chi ha ottenuto la conferma come ricercatore basteranno quattro anni di servizio per immettersi direttamente in ruolo.

  • L’ abilitazione scientifica nazionale e la progressione di carriera
    Una commissione di otto docenti ordinari sorteggiati da una lista di 24 “eletti” per ogni disciplina gestirà il concorso per l’abilitazione scientifica nazionale, che potrà essere ottenuta annualmente per concorso. I settori scientifici minori saranno accorpati per poter prevedere almeno 50 ordinari per ogni raggruppamento. Un docente straniero affiancherà gli otto sorteggiati.
    Novità in vista anche per quel che concerne la progressione “salariale” di carriera: lo scatto stipendiale biennale per l’aumento di stipendio potrà essere ottenuto solo previa approvazione della relazione scientifica sulle attività svolte che docenti e ricercatori presenteranno ogni due anni.

 

Manifestare il proprio NO alla legge 133 e ai tagli ai finanziamenti alle università italiane, significa difendere il carattere libero e pubblico degli atenei, significa dire "no" alla riforma Gelmini oggi in discussione in Parlamento e che prevede il controllo dei Consigli di Amministrazione degli Atenei da parte dei privati. Sceglierci significa difendere l'idea di Università libera, pubblica, democratica, di qualità e per tutti. Sceglierci significa difendere il diritto allo studio.

Non lasciare la tua rappresentanza a chi fa della clientela e dei favoritismi già da giovani la propria politica. Non scegliere per amicizia i tuoi rappresentanti. Scegli chi quotidianamente si occupa dei problemi degli studenti nelle Facoltà e del sistema universitario nel Ministero. Scegli chi si è opposto negli organi degli Atenei, del Ministero e nelle piazze dell'Onda alla destrutturazione dell'Università pubblica italiana e del suo diritto allo studio.

Flash-mob ‘Veglia di cordoglio per l’Univpm’ Piano C !
PROTESTA DI MASSA ! Piano C.pdf
Documento Adobe Acrobat 102.1 KB
Lettera Univpm aperta a tutti gli studenti, docenti , ricercatori e famiglie !
letteraaperta.pdf
Documento Adobe Acrobat 123.7 KB
Scarica gratis : Bozza Legge della Vergogna !
Tagli ! Tagli ! Tagli !
DDL Gelmini.pdf
Documento Adobe Acrobat 131.4 KB
0 Commenti

mar

23

nov

2010

Salviamo il 5 X 1000 !

Appello da Greenpeace e Emergency :

 

 

Sottoscrivi l'appello in difesa del 5 per 1000 su www.iononcisto.org.
Se entrerà in vigore la nuova "Legge per la stabilità" che mette un tetto al 5 per 1000, tutte le organizzazioni del terzo settore subiranno un taglio dei fondi del 75%.

 

Negli scorsi giorni, i giornali hanno riportato la notizia che la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha esaminato il testo della nuova "legge per la stabilità". Tale legge limiterebbe a 100 milioni di euro i fondi da destinare al "5 per 1000" con una riduzione del 75% rispetto all'importo dell'anno precedente. Tale ulteriore taglio si aggiunge a quelli effettuati al bilancio della cooperazione internazionale italiana, ai contributi alle istituzioni internazionali che aiutano i paesi in via di sviluppo e a quelli per la ricerca scientifica, universitaria e sanitaria.

Questi tagli si ripercuotono significativamente sull'operatività delle organizzazioni del terzo settore, che hanno dimostrato una professionalità molto elevata, oggetto di apprezzamento in Italia e all'estero.

Tagliare i fondi a disposizione del "5 per 1000" significherebbe anche limitare drasticamente la libertà dei cittadini di decidere come destinare la propria quota dell'imposta sui redditi direttamente a sostegno degli operatori del terzo settore.

Per queste ragioni chiediamo al Parlamento Italiano di intervenire per eliminare, nel testo della legge di prossima discussione, il tetto di 100 milioni di euro da destinare al "5 per 1000" per l'anno 2011, ripristinando quanto meno l'importo dei fondi previsti nell'anno 2010.

 

 

Ti chiediamo una mano: per dare più forza alla nostra richiesta serve anche la tua firma. Se sei d'accordo con noi, sottoscrivi l'appello su www.iononcisto.org e aiutaci a diffondere la notizia.

2 Commenti

sab

20

nov

2010

CENSURATO: Video del direttore studi Endemol che organizza tutto !

Assurdo la verita deve venire a galla fate schifo !

1 Commenti

ven

19

nov

2010

1 .. 2 .. 3 Carica !!

 

 

Questa è la vera denuncia del popolo che fa male ai fascisti che opprimono la nostra libertà di esprimere educatamente il nostro dissenso , perchè abbiamo il diritto di protestare , dobbiamo avere il diritto di protestare !

Tutti questi abusi di potere , queste cariche fasciste non ci spaventano noi continueremo a filmare e a denunciare, altri magari a scrivere

 

LO SCUDO DELLA RETE sarà un motore inarrestabile che ci salverà !

 

"Se non state attenti, i media vi faranno odiare le persone che vengono oppresse e amare quelle che opprimono!" - Malcom X

1 Commenti

gio

18

nov

2010

SoS L'aquila ti chiama !

Spot della manifestazione

 

SOS L'AQUILA chiama ITALIA
20 novembre 2010 - ore 14.00
L'AQUILA - MANIFESTAZIONE NAZIONALE

 

SACRIFICI SOLO PER I PIU' DEBOLI - I diritti dei cittadini italiani nonpossono essere in pericolo per la mancanza di risorse. La ricostruzione sostenibile dell'Aquila e dei borghi è un nostro diritto. E' responsabilità storica a cui nessuno può sottrarsi. I diritti dei cittadini italiani nonpossono essere in pericolo per la mancanza di risorse. La ricostruzione sostenibile dell'Aquila e dei borghi è un nostro diritto. E' responsabilità storica a cui nessuno può sottrarsi.

SPECULAZIONI E CRICCHE DIETRO EMERGENZE E COMMISSARIAMENTI - A L'Aquila e in tanti altri territori l'emergenza è utilizzata per imporre scelte dall'alto che escludono i cittadini e per derogare alle leggi favorendo speculazioni e gruppi di potere clientelare.

TERRITORI DEVASTATI E TRAGEDIE ANNUNCIATE - Interiterritori devastati da finte politiche di efficienza. Serve una vera grande opera pubblica: la messa in sicurezza del territorio nazionale. Mai più tragedie come la nostra, verità e giustizia per le vittime. Interiterritori devastati da finte politiche di efficienza. Serve una vera grande opera pubblica: la messa in sicurezza del territorio nazionale. Mai più tragedie come la nostra, verità e giustizia per le vittime.
  
MANCANZA DI FUTURO - La precarietà che devasta l'Italia è drammatica all'Aquila. Aumentano solo affitti, disoccupazione e cassa integrazione. Vogliamo politiche pubbliche di sostegno al lavoro per dare una speranza al futuro. I nostri figli non devono emigrare come i loro nonni. La precarietà che devasta l'Italia èdrammatica all'Aquila. Aumentano solo affitti, disoccupazione e cassa integrazione. Vogliamo politiche pubbliche di sostegno al lavoro per dare una speranza al futuro. I nostri figli non devono emigrare come i loro nonni.
 
PROPAGANDA E CENSURA - Troppo spesso la propaganda ha presoil posto dell'informazione; dissenso e proteste sono stati oscurati o criminalizzati. L'Aquila è stata trasformata in passerella mediatica, in seguito dimenticata. L'intero paese può oggi vedere coi propri occhi il miracolo che non c'è. Troppo spesso la propaganda ha presoil posto dell'informazione; dissenso e proteste sono stati oscurati o criminalizzati. L'Aquila è stata trasformata in passerella mediatica, in seguito dimenticata. L'intero paese può oggi vedere coi propri occhi il miracolo che non c'è.

Il 20 novembre inizierà la raccolta delle 50 MILA FIRME necessarie per lapresentazione della legge di iniziativa popolare elaborata dai cittadini aquilani, per una ricostruzione dell'Aquila e del cratere sostenibile, trasparente e partecipata. Una legge che trasformi la "politica dell'emergenza" in politica della prevenzione intutta Italia e per tutti i disastri ambientali e sismici
 
Scarica e diffondi i materiali
www.anno1.org

 

Ecco le foto sparse nel web dell'evento ;) !

Scarica il testo della proposta di legge.
Tanti cittadini hanno collaborato e scritto la proposta di legge di iniziativa popolare, da presentare in Parlamento, per la ricostruzione post-sisma e la messa in sicurezza di tutti i territori del nostro Paese.
La raccolta delle 50mila firme necessarie inizia il 20 novembre all'Aquila!
legge_di_iniziativa_popolare_1.pdf
Documento Adobe Acrobat 159.4 KB

Unisciti al gruppo Marche , segui l'evento su facebook http://www.facebook.com/event.php?eid=124080950985118&num_event_invites=0

 

Prenotazione autobus: Marche - Marianna 333.1295984

0 Commenti

mar

16

nov

2010

Sigarette : sai davvero cosa ti fumi ?

 

Monique Muggli, una ricercatrice della Mayo Clinic di Rochester, negli Stati Uniti, ha esaminato 1.500 documenti interni delle grandi industrie del tabacco.

Dall'indagine, pubblicata sull'American Journal of Public Health, è emerso che le sigarette sono radioattive perché contengono polonio 210, una sostanza cancerogena presente nelle foglie di tabacco.

Molte aziende ne sono a conoscenza da almeno quarant'anni e, nell'attesa di scoprire un modo per eliminare il polonio dalle sigarette, hanno preferito non rendere pubblici i loro studi.

L'obiettivo, si legge in uno di questi rapporti, era " non svegliare il gigante che dorme".

Il polonio 210, la sostanza usata nel 2006 per uccidere l'ex agente del Kgb Aleksandr Litvinenko, è cancerogeno e potrebbe essere all'origine dell'1 per cento dei casi di tumori al polmone negli Stati Uniti.

In sua difesa la British American Tobacco, la seconda azienda produttrice di sigarette al mondo, fa notare che molti cibi sono radioattivi e che il 77 per cento del polonio assunto quotidianamente da un fumatore proviene dagli alimenti, e solo il 17 per cento dal tabacco.( Fonte: American Journal of Public Health/ Internazionale.it)

Vi ricordo inoltre che :

<< La nicotina è nel tabacco, e a meno che non vi fumiate l'aria la nicotina la trovate sia nei drumini (sigarette artigianali) sia in quelle classiche.>>
La differenza sta soprattutto nel fatto che il tabacco delle sigarette artigianali è sostanzialmente privo di additivi, infatti di solito è 100% tabacco. Le sigarette che compri dal tabaccaio invece molte volte nn contengono solo tabacco.
Infatti anche le cartine delle sigarette normali hanno delle striscioline di zolfo (se guardi attentamente una sigaretta noti sulla carta delle striscioline giallastre) che permettono alla sigaretta di rimanere sempre accesa, mentre le cartine dei drumini sono sostanzialmente pure ( es. Bravo= fatte solo di lino e canapa).
A tutti coloro che credono che la nicotina sia assente nelle sigarette artigianali:
"La nicotina è un composto organico, un alcaloide naturalmente presente nella pianta del tabacco. Sebbene si trovi in tutte le parti della pianta, è particolarmente concentrata nelle foglie, di cui costituisce circa lo 0.3 - 5% del peso secco" !


1 Commenti

lun

15

nov

2010

" Valore indotto della moneta " Del premio nobel G. Auriti

Il denaro non possiede oggi un controvalore reale, non è altro che una convenzione, ma pur essendone il valore attribuitogli dalla società, cioè da tutti noi, l'accesso allo stesso diventa sempre più difficoltoso.Continua a leggere ..

El dinero no tiene equivalente real hoy, no es más que una convención, pero a pesar de que era el valor asignado por la sociedad, es decir, de todos nosotros, el acceso a cada vez es más difícil. Seguir leyendo ..

The money has no real equivalent today, is nothing more than a convention, but even though she was the value assigned by society, that is, from all of us, access to it becomes increasingly difficult. Continue reading ..

 

http://losai.forumfree.it/?t=48793898

 

Scarica Gratis L'articolo del premio nobel G. Auriti
Valore indotto della moneta , la più grande truffa di sempre !
Auriti - Il Valore Indotto della Moneta.
Documento Adobe Acrobat 79.3 KB
2 Commenti

mer

10

nov

2010

La Banca del Tempo ..

Suona strano ma è possibile. Si tratta di una banca che non ha soldi ma ha un capitale, il capitale umano e di esperienza che ognuno dei suoi correntisti offre. Presso la banca, per quanto strano possa sembrare, si depositano tempo e disponibilità. Si chiama Banca del Tempo, è nata negli anni '90 a Roma e attualmente dispone di 24 sportelli dove richiedere e offrire servizi.

Chiunque può aprire un conto. Basta registrarsi. In cambio si riceve una credenziale che attesta la titolarità del conto in questa banca e un libretto degli assegni. In ciascuno dei 24 sportelli bancari si possono richiedere e offrire servizi.

Continua a leggere :  http://www.planetalatinoamerica.com/RivistaOnLine/index.php?option=com_content&view=article&id=262:banca-del-tempo-senza-soldi-ma-con-capitale&catid=57:attualita&Itemid=71

1 Commenti

mer

27

ott

2010

" Signoraggio e sitema di DEBITO monetario "

"Signoraggio bancario"

Picture IL SIGNORAGGIO DELLA MONETA-DEBITO-COSTO DISSIPATIVA BANCARIA

IL PRIMO MALE CHE GENERA TUTTI GLI ALTRI MALI SOCIALI

Oggigiorno in tutto il mondo, risultato legalizzato di una continua evoluzione durata molti secoli, tutta la massa monetaria viene creata da un unico ente emittente: il Sistema Bancario, ovvero l’insieme delle Banche Centrali e delle Banche Commerciali e d’ Affari concatenate secondo uno schema piramidale.

Tale moneta viene emessa esclusivamente con le seguenti caratteristiche contemporanee:

- come un debito, ovvero in contropartita a titoli di debito emessi dal richiedente, cioè PRESTANDO;

- senza alcuna contropartita economica, ovvero semplicemente STAMPANDOLA su carta filigranata o DIGITANDOLA al computer (moneta nominale), ...
 

 

Continua a leggere :  http://www.losai.net/perchegrave-il-signoraggio-egrave-il-vero-problema.html

 

0 Commenti

lun

18

ott

2010

" IL DRAMMA DEL DARFUR "

Take action now to save Darfur

Save Darfur Coalition Public Service Announcements

It's been more than four years since the violence began in Darfur. As many as 400,000 innocent men, women and children have been killed and more than 2.5 million people have been driven from their homes. Millions more face death, rape, torture, and disease.

The Save Darfur Coalition has launched a PSA campaign to raise awareness of the crisis in Darfur and increase the pressure on world leaders to act. Please help us seize this opportunity to remind our leaders and the American public that the "genocide" is still raging and to help finally put a stop to these atrocities before more lives are lost.

We truly appreciate your help promoting this campaign.

0 Commenti

dom

17

ott

2010

Annozero deve continuare !!

Annozero deve continuare

L'appello di Michele Santoro

15-10-2010 12:01

Cari amici, vi ringrazio per le adesioni al mio appello che sono già migliaia, ma dobbiamo ottenere il massimo del risultato. Quindi vi chiedo di raccogliere anche le firme di chi non usa internet inviandole contemporaneamente a questi indirizzi:

annozerodevecontinuare@yahoo.it

segreteriapresidenza@rai.it

Il primo indirizzo è molto importante per avere il quadro completo delle adesioni raccolte. Potete utilizzare la formula seguente o un'altra con le stesse caratteristiche:

"Gentile presidente Paolo Garimberti, i sottoscritti abbonati Rai chiedono di non essere puniti al posto di Santoro e che Annozero continui ad andare in onda regolarmente."

Vi prego di seguire queste semplici raccomandazioni e di far girare la nostra sottoscrizione usando la rete perché è l'unica opportunità che possiamo gestire con le nostre forze.

Un abbraccio

Michele Santoro
1 Commenti

dom

17

ott

2010

E se fosse successo in Italia ?

Se fosse successo in una miniera italiana, le cose sarebbero andate così: I° giorno: tutti uniti per salvare i minatori, diretta tv 24h, Bertolaso sul posto II giorno: da Brunovespa plastico della miniera, con barbara palombelli, belen e Lele Mora. III giorno:prime... difficoltà, ricerca dei colpevoli e delle responsabilità:... BERLUSCONI: colpa dei comunisti; DI PIETRO: colpa del conflitto d'interessi;BERSANI: ...ma cosa ...è successo?? BOSSI: sono tutti terroni, lasciateli la' CAPEZZONE: non è una tragedia è una grande opportunità ed è merito di questo governo e di questo premier FINI: mio cognato non c'entra.
IV giorno: TOTTI: dedicherò un gol a tutti i minatori.  V giorno IL PAPA: faciamo prekiera a i minatori ke in qvesti ciorni zono vicini al tiavolo!!VII giorno: cala l'audience, una finestra in Chi l'ha visto e da Barbara d'urso che intervista i figli dei minatori: "dimmi, ti manca papà?'" dall'ottavo al trentesimo giorno falliscono tutti i tentativi di Bertolaso, che viene nominato così capo mondiale della protezione civile. Dopo un mese, i minatori escono per fatti loro dalla miniera, scavando con le mani. Un anno dopo, i 33 minatori, già licenziati,i vengono incriminati per danneggiamento del sito minerario. Ma è successo in Cile.... ci siamo salvati!!!
pubblicata da Fabrizio Gradito Ssl il giorno venerdì 15 ottobre 2010 alle ore 23.00

0 Commenti

ven

15

ott

2010

Ospedale di Emergency in Sierra Leone

  Da EMERGENCY  :

 dall'11 al 31 ottobre 2010

                      MANDA UN SMS AL 45506

donerai 2 euro per l'ampliamento dell'ospedale di Emergency in Sierra Leone
            che in questi 10 anni ha curato più 300.000 persone

 SE VUOI CHE QUESTA STORIA CONTINUI HAI TUTTI I NUMERI PER FARLO! 45506

 

In allegato a questa email ti inviamo
inoltre del materiale informativo sull’impegno di Emergency in Sierra Leone.
Mi auguro che l’iniziativa sia di tuo interesse e che tu possa spargere la voce il più possibile.
Nel caso avessi bisogno di ulteriori informazioni non esitare a contattarmi.
A nome di Emergency ti ringrazio per il sostegno che hai dimostrato finora e per quanto vorrai fare in
futuro.
Buona giornata
  Da EMERGENCY  :

 

Allegato informativo ospedale Sierra Leone !
SIERRA_GOD_chirurgico-ped_giugno2010.pdf
Documento Adobe Acrobat 106.1 KB
0 Commenti

ven

15

ott

2010

Marea Rossa Greenpeace chiede aiuto !

Cominciamo dall'inizio :
08 Ottobre 2010

Il Governo ungherese tace ma i dati parlano: fanghi altamente tossici

Budapest, Ungheria — Un'intera nazione è sotto lo scacco di una valanga di melma tossica. Oggi abbiamo pubblicato i dati sul livello di velenosità dei fanghi che lunedì scorso si sono riversati nelle strade, nei campi, nei fiumi dell'Ungheria. Un paese tinto di rosso, il colore di un mix micidiale, fatto di arsenico, cromo e mercurio.

Continua a leggere ..  http://www.greenpeace.org/italy/news/fanghi-ungheria

13 Ottobre 2010

Mi contatta Vittoria Polidori Responsabile campagna Inquinamento Greenpeace Italia:

Ciao,
sicuramente sarai a conoscenza della marea rossa che si è riversata nelle strade, nei campi e nei fiumi dell'Ungheria. Giornali, radio e tv ne parlano da giorni. Il 4 ottobre scorso qualcosa non ha funzionato nell'impianto di lavorazione .. Continua aleggere ..

http://www.greenpeace.it/update/13_10_2010/ungheria.html

Ora per il 18 Ottobre : parte la serata “Nuclear Emergency” :

Ciao ,
mancano solo tre giorni a “Nuclear Emergency”, la nostra serata-evento contro il nucleare al Teatro Vittoria di Roma. In pochi giorni abbiamo ricevuto tantissime prenotazioni, quindi per permettere a tutti voi cyberattivsti di partecipare trasmetteremo l’evento anche in streaming sul nostro sito.. Continua a leggere ..

http://www.greenpeace.it/nuclear-emergency/mail/streaming.html

Guarda e condividi il link per la diretta streaming http://www.greenpeace.it/diretta/.

1 Commenti

dom

10

ott

2010

Sabato 16 Ottobre tutti a Roma sciopero generale !

 

 

Cresce nel Paese l'attesa per la manifestazione della Fiom di sabato prossimo 16 ottobre a Roma. Non vi parteciperanno solo i metalmeccanici ma tante espressioni del mondo del lavoro, professori, precari, cassintegrati,disoccupati. La gente fa un fortissimo investimento di democrazia,libertà, richiesta di giustizia sociale, di mantenimento dei diritti a cominciare dal diritto al lavoro ed al contratto nazionale. Sono certo la manifestazione sarà ancora più grande, più vibrante, più forte di quante ce ne sono state finora ed avrà in sè un potenziale esplosivo di energia e di protesta capace di far cadere il Governo. Ma questi non cadrà perchè l'evento contiene dentro una contraddizione. Abili artificieri del PD e della CGIL stanno provvedendo a disinnescare la carica esplosiva di una grande voglia di rinnovamento quale non era venuta alla luce in Italia negli ultimi dieci anni. Lavorano per decapitare di obiettivi l'evento.
Pietro Ancona ...Continua a leggere l'atricolo... 
Fonte : http://manifestino.blogspot.com/2010/10/16-ottobre-2010.html

UNITI CONTRO LA CRISI : Sabato 16 ottobre - Manifestazione Nazionale a Roma - AFFRETTATEVI A PRENOTARE !!!!!!!!!!, PARTENZA DA JESI IN PULMAN ( ore 8,00 a Porta Valle - biglietto € 10,00) prenotazioni per partire con il TNT al n° 3476018652

0 Commenti

sab

02

ott

2010

Ecco l'idea :

S.P.Q.R SONO PADANI QUESTI RITARDATI !! ... striscione per il No B - Day 2 realizzato alla grande ;) !

2 Commenti

dom

26

set

2010

A WOoDstock per ricominciare a sognare :

0 Commenti
Woodstock 5 stelle - Io ci sarò
Programma Movimento 5 stelle ..
Programma-Movimento-5-Stelle.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.9 MB
Zeitgeist-Italia-guida-orientamento-atti
Documento Adobe Acrobat 7.3 MB
Visit The Venus Project
Zeitgeist Custom Banner Pictures, Images and Photos

Vuoi aiutare il Symposium ?  qui sotto puoi fare una qualsiasi piccola donazione ;) !

      (Il Servizio non è ancora attivo) 

Tocca a Noi - Dicci le tue priorità